L’analisi chimica dell’alluminio e delle leghe si alluminio viene effettuata con lo scopo di definire la concentrazione chimica degli elementi costituenti la lega. La conoscenza della composizione chimica è fondamentale per:

  • caratterizzare il materiale;
  • classificare la lega;
  • verificare il rispetto dei requisiti di composizione.

Leghe di alluminio analizzate

Serie 1000 (alluminio puro > 99%), serie 2000 (leghe Al – rame) / Avional, serie 3000 (leghe Al – manganese), serie 4000 (leghe Al – silicio), serie 5000 (leghe Al – magnesio) / Peraluman, serie 6000 (leghe Al – silicio e magnesio) / Anticorodal, serie 7000 (leghe Al – zinco e magnesio) / Ergal, serie 8000.

Metodi analisi alluminio e leghe di alluminio

L’analisi della lega di alluminio può essere eseguita attraverso diversi metodi. I metodi di analisi più appropriati vengono selezionati in base al tipo di campione da analizzare (massivo, truciolo, polvere, ecc.) e alla lega e alla corrispondente concentrazione degli elementi da determinare.

Analisi quantometrica (SPARK-AES/OES)

Determinazione simultanea degli elementi caratterizzanti la lega. L’analisi si applica a campioni solidi e omogenei e necessità di una superficie piana di minimo 20X20 mm. Quando questi requisiti non possono essere rispettati (es: trucioli o polveri), altre tecniche analitiche vanno prese in considerazione.

Analisi via umida

L’analisi prevede la dissoluzione del campione e la seguente analisi della soluzione ottenuta al fine di determinare gli elementi composizionali, mediante tecniche di analisi via umida classica o strumentale, ICP-OES o ICP-MS per la determinazione di elementi in tracce.

Diverse tecniche di analisi possono essere combinate per l’analisi completa del materiale.

Normative di riferimento

Normative di riferimento principalmente utilizzate dal laboratorio per la determinazione della composizione di campioni di alluminio e sue leghe:

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI